Filmografia, biografia e recensioni dei film di Alfred Hitchcock. Cerca un film

IL SIPARIO STRAPPATO

locandinaRegia: Alfred Hitchcock
Sceneggiatura: Brian Moore
Cast: Paul Newman, Julie Andrews, Lila Kedrova
Produzione: U.S.A. 1966

Il Sipario Strappato (Torn Curtain) è un film del 1966 diretto da Alfred Hitchcock  che vede come protagonisti attori del calibro di Paul Newmann e Julie Andrews. Più precisamente è il quartultimo film del regista, ambientato in una Berlino Est fredda ed ostile.
E' il periodo della guerra fredda. Il Muro di Berlino divideva non solo la città, ma anche il mondo in due parti. O di là o di qua, senza possibilità di ripensamenti o indecisioni.

E così Michael Armstrong (Paul Newman) ha fatto la sua scelta. Scienziato americano che sta lavorando ad un importantissimo progetto bellico (un missile antimissile), attraversa la "Cortina di ferro" e decide di collaborare con il governo di Berlino Est. Insomma, una spia. Armstrong prende la sua decisione improvvisamente, in seguito ad un radiogramma ricevuto in nave, ad un congresso, e a un libro misterioso (in cui è riportata una sola istruzione: contattare Pi Greco), ricevuto a Copenhagen. Ma accade qualcosa di imprevisto: è seguito, a sua insaputa, dalla sua fedele segretaria e fidanzata Sarah Sherman (Julia Andrews), che ha scoperto la sua bugia (l'uomo le aveva detto che andava altrove per un periodo indefinito e si era dimostrato piuttosto freddo e riluttante). Sarah lo segue solo per amore, anche se non appoggia la sua scelta di tradire la Patria. Ma, tant'è, l'amore è anche fedeltà e rassegnazione.

In questo thriller di spionaggio vediamo il professor Armstrong incontrare diversi personaggi, ognuno in qualche modo utile, o necessario per il suo piano... Già, perchè non l'abbiamo ancora detto, ma il professor Armstrong non è davvero una spia, ma uno scienzato che si finge spia per riuscire a capire, a Lipsia, cosa ha sbagliato nel suo progetto americano, che non è stato affatto accantonato dal governo statunitense come lui vuol far credere.

Infatti, con un procedimento simile, un illustre scienziato dell'Università di Lipsia, tale professor Gustav Lindt (un ottimo Ludwig Donath) ha raggiunto lo stesso risultato. Cioè è riuscito dove Armstrong, per semplici problemi matematici, ha fallito. Ma di questo piano Sarah, per motivi di sicurezza, è tenuta all'oscuro.
E così Armstrong, con "logica matematica e romantica incoerenza", da un lato deve portare a termine la sua importantissima missione, dall'altro deve far in modo di recuperare il rapporto con la fidanzata, che lo crede una spia.

Con questi ingredienti, aggiunti ad una città volutamente fredda e grigia e a misteriosi personaggi (ad es. Pi Greco, o il gruppo di ribelli che in finale aiuterà i due ad uscire dalla città) ne nasce un thriller avventuroso e denso di colpi di scena.

Dicevamo uno degli ultimissimi film di Hitchcock, uno dei più famosi. Densa di pathos la scena finale, una corsa contro il tempo sull'autobus, dove la posta in palio è tra la libertà e la prigionia a vita.
Ottima prova di Paul Newmann, veramente bravissimo. Un po' sottotono la Andrews. Eccezionale nel ruolo di genio alla Einsten, Ludwig Donath.

Quartultimo e da molti considerato l'ultimo capolavoro.Gli ultimi tre film, difatti, (Topaz, Frenzy e Complotto di famiglia) sono alquanto scialbi e lontani anni luce dal grande cinema del Maestro cui eravamo abituati...

CAMEO: come è noto Hitchcock amava "firmare" i suoi film apparendo in una breve sequenza. Ne "Il Sipario Strappato" è nella hall dell'albergo di Copenhagen dove si reca Armstrong e tiene sulle sue ginocchia un bimbo che farà i suoi bisognini proprio sul suo pantalone.

GABRIELE FORTINO

E-mail: hitchcock@occhirossi.it

Torna a menù film hitchcock

(Copyright© occhirossi.it 2004-2009)